Andare agli Adventure Awards con TEVA

0

Come ci si prepara per andare all’avventura? Si potrebbero aprire mille dibattiti ed ognuno con le proprie ragioni direbbe la sua. Di mio, recentemente ho avuto modo di viverne una davvero particolare che mi ha fatto capire, ancor di più, di come le persone riescano a fare cose straordinarie, spinte da un fuoco magico che si chiama passione.

Citando Amelia Earhart, una delle donne più avventuriere di tutti i tempi: “L’avventura di per se stessa vale la pena” ed é proprio con lo spirito di buttarsi e provare che scopriamo cose nuove. Lo scorso weekend sono andato a Livigno a seguire gli Adventure Awards per conto di Teva, the original sport sandal, in un contesto meraviglioso dove per sua stessa natura l’avventura era lì a chiamarti, come le sirene di Ulisse, ed era onestamente impossibile resistergli.

Il Festival, giunta alla sua seconda edizione, permetteva di venire a contatto con atleti straordinari che hanno affrontato delle sfide epiche, ma che ne parlavano con una tale semplicità che sembrava fosse possibile anche per me, atleta del giorno dopo, realizzare. Sentendomi pervaso da quella voglia di andare all’avventura ho calzato le iconiche ORIGINAL UNIVERSAL, modello storico di Teva, e sono andato in giro (avevo detto che ha piovuto per due giorni e c’erano 9 gradi?) per Livigno a vedere con i miei occhi gli atleti e le persone che nonostante le condizioni meteo affrontavano con partecipazione ogni evento.

Alla fine mi é riuscito sicuramente meglio fare da spettatore alle varie iniziative, anche perché c’erano certi bambini che avrebbero dato filo da torcere a chiunque; sicuramente colgo l’occasione per ripromettermi di passare un’estate allenandomi, a partire da settimana prossima ponendo come obiettivo i prossimi Adventure Awards e relativa gara podistica. Avendolo scritto direi che non ho più scuse per non farlo; tornando a noi invece, tra gli eventi presentati il 26 e 27 Luglio scorso, ho trovato nei racconti di Michele Pontrandolfo e Marco Berni, sulle loro avventure al polo nord, qualcosa di magico. Lo capivi dai loro occhi che avevano quella particolare scintilla che scatta a chi parla di qualcosa che ama per davvero; il muoverti verso una determinata meta, raggiungere un obiettivo in cui sei solo tu e nessun altro; brividi.

Capisci che il muoverti, la natura e tutto il resto in verità ce l’hai disponibile e a portata di mano sempre; star bene con se stessi non richiede molto, solo quel pizzico di volontà a capire che nessuna meta é impossibile se hai chi ti stimola. La conoscenza di iLoveTrekking, ospitati nello stand Teva, mi ha permesso di scoprire un modo di vivere ed esplorare, unicamente con mezzi non a motore, diverse mete in tutta Italia in cui avventurarsi. Ma il vero collante in tutto ciò é stato sicuramente Teva perché con la sua attitudine ad accompagnare futuri avventurieri e non, mi ha reso maggiormente curioso verso un mondo in cui la pace interiore passa anche dall’indossare un paio di sandali in riva ad un lago.