A Bathing Ape® 1st t-shirts series 1993

0

Oggi andiamo a riscoprire le origini di A Bathing Ape: tutto iniziò con questa maglietta nel 1993.

“Just as Ralph Lauren is know for their polo shirts, the t-shirt is both a staple and a symbol of A BATHING APE. It’s expressive and uncomplicated at the same time, making it a medium best suited to our needs. – NIGO”

Ma iniziamo per gradi. Prima ancora di avere un proprio brand NIGO era solito partire almeno una volta al mese per gli Stati Uniti, dove faceva incetta di abbigliamento vintage per rifornire il negozio, NOWHERE, che aveva appena aperto nell’Aprile del 1993 con JONIO e il patrocinato del Maestro ad Harajuku.

Ma proprio la presenza giornaliera nello store di JONIO (Undercover) e altri pionieri dello streetwear, che avevano già lanciato i propri brand, convinse NIGO a considerare l’idea di creare qualcosa di suo: il risultato fu A Bathing Ape e il primo contributo del brand al mondo dello streetwear fu proprio una t-shirt.

La t-shirt, al tempo vista sempre con un po’ di scetticismo perché considerata prettamente un articolo da workday, grazie al sapere enciclopedico di NIGO in materia di Amekaji look (abbigliamento casual vintage Americano) era finalmente pronta ad essere totalmente sdoganata da quella scomoda etichetta. La semplicità e nel contempo la grande capacità comunicativa la rendevano lo strumento più adatto all’obiettivo che NIGO si era prefissato.
La prima serie di t-shirt uscite nel Settembre del 1993 disegnate da SK8THING, il più talentuoso grafico giapponese e collaboratore chiave di NIGO dal giorno zero, davano infatti la sensazione di un capo fatto a mano e le modeste quantità, per necessità di budget, non fecero altro che alimentare la leggenda. In breve tempo tra le strade di Harajuku non si faceva che parlare di quel negozietto che vendeva magliette che sparivano immediatamente dagli scaffali. Col passaparola divenne presto consuetudine la lunga fila davanti al NOWHERE store.

Tornando a noi, la prima maglietta realizzata in assoluto è la cosidetta Tagg Head t-shirt, impropriamente chiamata Bomb Head t-shirt. La grafica dai colori molto accesi, disegnata naturalmente da SK8THING, riprende lo stile dei graffitari fine anni ’80 inizio ’90.

Graficamente bellissima anche la Boombox/Chromehead tag, utilizzata solo per le primissime magliette realizzate, che è diventata un vero culto tra i bapehead.
Una valida dimostrazione di quale era lo stile Bape negli anni pre camo e logo con la scimmia.



La stessa stampa (senza però quella sul retro) è stata riproposta nel 2009 in occasione dell’anniversario dello store di Kyoto e venduta in esclusiva agli store BAPE Harajuku e il BAPEXCLUSIVE di Kyoto.
Uno speciale ringraziamento a Mike, uno dei migliori collezionisti di Bape vintage e fortunato possessore della Tagg Head t-shirt in versione OG, per le foto.

SUBSCRIBE
Unisciti alla nostra mailinglist, sai che vuoi farlo.