Anche NO! Personaggi della moda che: ma tu?!

1

Manos Samartzis. Tutti lo vedono, lo giudicano, ne commentano i completi imbarazzanti che sfoggia alle fashion week ma nessuno sa chi sia, cosa faccia, perché sia lì.
Ha iniziato a comparire sulle scene della moda circa 4/5 anni fa, una macchia di colori psichedelici o fantasie optical in mezzo a attrici e giornaliste, pantaloni corti o al ginocchio, cappello, il più bizzarro possibile, e occhiali da vista a fondo di bottiglia ma dalla montatura stravagante.

X-File, capitolo primo. Da dove vengono? perché vogliono mescolarsi a noi?

Manos dovrebbe essere greco, di Atene più precisamente. Sostiene di trascorrere la sua vita tra Atene, Milano e Roma, città che occupa e con cui interagisce praticamente solo per mostrare i propri look. Con una certa disinvoltura Manos arriva alle sfilate sorridente, sempre schermato da grandi occhialoni (che probabilmente contengono raggi laser e radar atti a cogliere ogni nostro pensiero e interesse). Con un fare da pr saluta tutti e si mette in posa per le foto, dimostrando grande disinvoltura nei confronti nei nostri rudimentali apparecchi tecnologici.
Come vive? Del soggetto sappiamo molto poco, ma si presenta come stylist di una rivista, in uscita ben due volte l’anno, greca, dal nome Nakedbutsafe, titolo che secondo me lancia un chiaro messaggio del suo arrivo sulla terra, sulla sua navicella spaziale super pop.
E come conquistare questi stupidi umani vendendo aria fritta? Ovvio, con lo stile. E allora da nudo ma salvo si passa a vestito in modi improbabili ed influencer.
I front row delle sfilate sono diventati il suo habitat naturale, i parties e le fashion blogger i suoi punti di riferimento. In cosa Manos è classificabile quale soggetto da tenere sotto controllo e studiare negli spostamenti nelle città della moda? Per via delle sue enormi scarpe. Manos non è umano ed è evidente dalla grandezza del suo piede, così lungo da poterlo inserire nelle specie superiori, di cui ancora poco conosciamo.

Schermata 2015-10-05 alle 15.35.53

Ma cosa cerca tra noi? Forse solo accettazione della sua persona aliena, ben camuffata nei completi surreali che indossa. Partendo dallo stile, indiscusso ma seriamente discutibile, con cui conquista i pr dei più importanti uffici stampa del mondo a suon di sorrisi e moine.
Il mercato della moda per lui non ha segreti e, prima o poi, i suoi simili verranno a sferrare quel colpo di grazia che ci ruberà per sempre la letteratura e la cultura della moda, gettando tutto in pasto ad incapaci ed impreparati influencer, forse sono già tra noi, paura eh?! Vi dico solo un altro nome: Chiara Biasi.

Difendiamo il mondo della moda, Anche NO agli alieni nel fashion system!

SUBSCRIBE
Unisciti alla nostra mailinglist, sai che vuoi farlo.