mita sneakers x Mizuno Wave Rider 1 “No Borders”

2

Se la ricerca di tecnologia nelle sneaker, a volte sembra toccare punti di non ritorno e quel fashion spinto all’eccesso dal trend momentaneo, le trasforma in agglomerati di gomma e gomma, alcuni brand seguono strade diverse. Parliamo oggi di una label japana che risale al 1906, ovvero Mizuno. Nata dall’idea di due fratelli, Rihachi e Rizo Mizuno, ha trovato nella sua storia, sempre un legame con lo sport, grazie alla sua anima tecnica e performante.

Questo 2018 vede il suo ritorno, con un progetto che riporta un auge un suo famoso modello, cioè la Wave Rider 1, nata nel 1997. Per rendere esaltante questo suo comeback, l’dea è quella di introdurre il brand in un progetto che prende il nome di “kazoku”, letteralmente “famiglia”, dove il suo nome sarà legata ai grandi store del panorama del settore, come Hanon, Afew, Patta e molti altri. Il primo a fare gli onori di casa e proprio dalla stessa casa è mita snakers. Il concept che rende questa sneaker bellissima è presto detto e sta nel suo moniker “No borders”.

 

Due colori scelti, per due “terreni” dove questa scarpa lascia la sua impronta. Il blu è legata alla pista dello stadio Olimpico di Berlino. Il grigio rappresenta l’asfalto delle strade di Tokyo. Ad unire queste due track, c’è il bianco che compare in entrambi. Eccola allora presentarsi con questa veste bicolore, dove il primo compare sulla tomaia, caratterizzata anche da dei materiali sopraffini, come suede, pelle e mesh. L’intersuola è la casa della seconda colorway, dove fa la sua apparizione il Wave plate , in un favoloso giallo. Sparsi qua e la accenti reflective e quel bianco sul puntale, che è la chiave di violino di questa colonna sonora della sneaker-mania. Nella soletta interna, i nomi delle due label. Che dire se non bellissima, mix perfetto tra stile, perfomance e storia. In uscita il 10 di febbraio pressa ms e più in la in tutto il globo.