Engineered Garments x HOKA ONE ONE BONDI B

2

Se normalmente siamo soliti rifiutare quei detti, che all’orecchio sembrano sempre così banali e scontati, questa volta uno di questi è davvero perfetto per l’occasione, ovvero che il 3 è il  numero perfetto. Non sto dando consigli sulle prossime uscite del lotto, ma voglio annunciarvi la terza collabo tra due brand, tra due realtà molto interessanti del panorama fashion/streetwear e il mondo delle sneaker.

Ma come conviene in questi casi è bene fare le dovute presentazioni. Da un lato c’è la HOKA ONE ONE, con una storia, che la vede nascere nel 2009,  come un’azienda francese di scarpe da running, con i suoi padri che rispondono al nome di Nicolas Memoud e Jean-Luc Diard, ex dipendenti Salomon. Se all’inizio solo i runner dell’ultramaratona adoravano questa scarpa per le sue caratteristiche, col tempo anche i corridori di altre specialità, si sono avvicinati a questa label, che prende il nome dal linguaggio Maori, che significa una sorta di “Fly over the earth”. Nel 2013 è stata comparata dal gruppo Deckers Brands, quelli che hanno anche Teva, UGG e altri marchi. Il suo headquarter è ora a Goleta in California. Come è successo ad altri, anche quelli di HOKA ONE ONE, hanno deciso di cimentarsi nel modo del lifestyle e del fashion streetwear, ecco quindi che per alzare l’asticella iniziano le collaborazioni con Engineered Garments. Questa label nasce nel 2002 come una New York based, ma ha un cuore tutto Japan del suo fondatore Daiki Suzuki e af parte del colosso Nepenthes di Mr Shimizu. I suoi tratti tipici sono donati proprio dal suo fondatore, che non solo è un grande amante di sport come la pesca e il ciclismo e quindi di tutto quel mondo outdoor, ma a metà degli anni 70′, si innamora completamente del menswear Americano, Quindi, tutte le sue creazioni hanno nel loro DNA, quel concetto di sportswear made in USA e quel mood outdoor e e anche un uso sfrenato delle uniformi militari, tutto realizzato con il sapiente stile Giapponese. Ecco quindi che queste due entità si incontrano e iniziano nel 2018 la prima collaborazione sul modello Hupana. Poi, sempre nello stesso anno, viene realizzata un’altra joint venture, che da vita alla TOR ULTRA LOW WP. Per questo 2019, la silhouette è la BONDI B,, classe 2010 e che nel loro archivio, si presenta come la scarpa i cui punti di forza sono il suo essere ultraleggero e ultra-ammortizzata.

Per renderla ancora più accattivante, in questo tripudio di mesh e accenti in pelle nella zona “cage”,  la soluzione sta nella colorway. Tre le versioni, una nera e bianca in pieno trend monocromatico, e una multicolor, in cui la scarpa sinistra differisce da quella destra, soluzione creativa usata anche sulla Hupana. Se come abbiamo detto le feature stilistiche contano tanto, anche quelle sulla performance non sono da meno. Midsole in veste Active Foot Frame, suola in EVA super leggera e il tratto distintivo, ovvero il Meta-Rocker, (curvatura della suola), sigillano davvero un grande progetto. Sono disponibili nei migliori store italiani e su paragonshop.it. Bella anche la presentazione attraverso le opere del graffiti artist Shaun Crawford.

SUBSCRIBE
Unisciti alla nostra mailinglist, sai che vuoi farlo.