By

17

Si dice che la carta stampata perda sempre di più terreno, il settore è danneggiato dalle moderne tecnologie, comprare un libro è ormai un evento raro si preferisce leggere su uno schermo retroilluminato piuttosto che accarezzare sottili pagine. Se un format classico viene potenziato e riproposto nel giusto modo anche il più consueto dei concept può diventare sorprendente e evocativo. 5000 metri quadri di bookstore sono sicuramente un investimento visionario e controtendenza. Uno spazio completamente ipogeo a cui si accede da scale mobili futuristiche che attraverso un portale in pannelli sagomati di rame ci accoglie in questo sorprendente store.

10

Le pareti perimetrali sono dedicate all’editoria e accolgono migliaia di pubblicazioni ammassate su semplici bookshelves, sul ground sono posizionati degli enormi tavoli in legno, anche loro senza velleità di protagonismo, che ospitano prodotti di design e complementi d’arredo, accessori e oggetti per la cucina. Le enormi colonne in cemento sembrano tagliate con l’accetta, hanno forti richiami nell’architettura sacra dei templi orientali, gli impianti a vista e l’utilizzo del legno contribuiscono a creare, insieme ad un’illuminazione, una ambientazione caravaggesca. I clienti scelgono di essere ospitati, hanno la possibilità di vivere questo spazio, di confrontarsi, persino di parlare in un luogo che nonostante le dimensioni è caldo ed è un sicuro rifugio dalla frenesia e dallo smog di Sichuan, non a caso in questo tempio “culturale” si accede da un volume pulito composto da lamelle metalliche che restituisce la forma di una casa stilizzata.

2

 

 

Andrea Paone

About Andrea Paone

Classe 1984, architetto e cofounder di SMALL (soft metropolitan architecture and landscape lab) influenzato dalla sua passione per i viaggi e attento al gusto con ironia. Appassionato di design e arte contemporanea in maniera sana, appassionato di sneakers e streetwear in modo maniacale!

 

Leave a Reply

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>