Il Natale arriva sempre puntuale: Wes + H&M

1 dic ’16 at 9:38 am  •  0 Comments  •  1410 views

By

Il Natale in casa H&M è già arrivato. A bordo del treno condotto da Adrien Brody.
Stiamo parlando dello spot natalizio 2016 firmato dal colosso svedese con la regia creativa del regista visionario – e amatissimo dal fashion world – Wes Anderson, che ha creato un mondo fantastico in cui Il treno per Darjeeling incontra il Miracolo nella 34ª strada.

 

Mr. Brody, nei panni di Ralph il conducente, annuncia il ritardo del treno, in arrivo a destinazione alle 3.17 del mattino, dovuto a “condizioni meteorologiche avverse sopraggiunte durante la notte e difficoltà meccaniche”. Un fuori programma che farà arrivare in ritardo i passeggeri, facendogli perdere i festeggiamenti di Natale in famiglia. Per farsi perdonare, il conducente Ralph e il suo fedele aiutante Fritz riescono ad organizzare un brunch di Natale improvvisato, che fa riunire tutti i passeggeri del treno, ovviamente vestiti dalla testa ai piedi H&M.

 

 

Brody l’ha commentato dicendo: «La storia ha molti richiami in questo particolare momento in cui tutto quello che dovremmo fare è dare un abbraccio a uno sconosciuto».

 

È Natale, perbacco, siate più buoni, state con la famiglia e regalate abbracci. Il titolo “Come Together” forse vorrà dirci proprio questo. Ed è subito tormentone.

 

Ma le critiche, quelle no, non arrivano mai in ritardo: “Caro Wes, da Prada ad H&M così?”. Anche se saranno le leggi del marketing ad incidere su queste scelte, a noi piace così, e ci piace pensare che la creatività, quella fatta bene, è di tutti, senza inciampare nei classismi o nel ‘budget’. E perché, in fondo, sta arrivando il Natale, e noi lo siamo più buoni.

 

1480325799_bts_images_15-1280x628

 

Agnese

About Agnese

Da grande voleva fare il pirata ma si laurea in fashion design al Politecnico di Milano. Eclettica e grintosa. Appassionata di arte, di cultura e sopratutto curiosa. Ama la Spagna, il suo blog, e con la seconda laurea ha imparato la storia dell'arte, e anche del mettila da parte. Ha iniziato a parlare tardi, racconta la mamma, ma non ha più smesso. Senza soluzione di continuità lavora, twitta, insegna vela ai bambini, scia, parla (troppo), legge (molto), scrive (il giusto), dorme (poco). Semina amici sulla penisola, crede nelle beneficenza a Trenitalia, raccoglie ovunque famiglie. Talvolta il vento e il mare la chiamano, ma poi torna, carica di nuove storie da raccontare.

 

Leave a Reply

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>